.
Annunci online

Ethos
l' Uomo in bianco e nero


Diario


11 luglio 2009

Mezzomilione

[ click | Il surplace è una tecnica usata nelle gare di velocità del ciclismo su pista con cui si rimane in posizione di equilibrio, fermi, sulla bicicletta per attendere il momento migliore per attaccare e sorprendere l'avversario ]


L'Africa non ha bisogno di uomini forti, ha bisogno di istituzioni forti. Questo continente è ricco di risorse naturali. L'Africa emette meno gas serra di qualsiasi altra parte del mondo, ma è il continente più minacciato dai cambiamenti climatici. Un pianeta più caldo diffonderà le malattie, assottiglierà le risorse idriche ed esaurirà i raccolti, creando le condizioni per ancora più carestie e conflitti. Tutti abbiamo la responsabilità di frenare queste tendenze e trasformare questa crisi in opportunità. Barack Hussein Obama


> 500.000




Toccati i 500.000 contatti, nel giorno che Obama dedica al primo viaggio da presidente degli Stati Uniti d'America, in terra madre. Evocativa sovrapposizione di suggestioni, accaduta in una fase di prolungato surplace del blog. Fortunata coincidenza di un diario altrettanto fortunato. Grazie a chi si prende la briga di dargli una sbirciatina. Furtiva ed affettuosa. Come l'eloquio del suo patrono particolare, don Tonino Bello.

Link mappudori|accra bho speech|africa lab|chance|change, we can believe in


22 marzo 2009

Kill your idols



Dopo Facebook non è pensabile fare il blog esattamente come prima. E questo è il motivo per cui posto poco, col contagocce, pur avendo un’idea abbastanza precisa di cosa scrivere o pubblicare, giorno per giorno.



Il cambiamento c’è e ci sarà. Magari impercettibile. In nuce ed in fieri. Cercando di farne emergere il profilo per relata refero, per citazioni, rimbalzi, filtri e sedimento. Sotterraneo come sotterranea è stata l’ascesa di Barack Hussein Obama, prima di affiorare incontenibile all’epilogo del ciclo iperliberista [di cui non è saggio sacrificare tutto, con lieve riflesso liberatorio, autoconsolatorio ed autoassolutorio].



Con un omaggio a Giancarlo Siani, cronista della verità di gomorre già inferocite. Al rifluire della rapsodica elettrica esondazione punk. Contraltare al servilismo passivo, traccia durevole e remota del berlusconismo decadente di queste settimane e mesi. Un cadavere in avanzata fase di putrescenza.

Link map: libera|punk|branchi bestiali|roberto saviano


30 dicembre 2008

595,24


> 400.000


Poco più di
595 contatti giornalieri in media, dal 15 luglio ad oggi. Nonostante la discontinuità di scrittura da settembre in poi. Ed il tempo ridotto a disposizione per ricambiare visite e commenti.

Cosa sia l’audience nel web è assai difficile da definire: colpiti dall’attenzione ai contenuti? Dai temi sollevati? Pura abitudine? Non saprei rispondere. Coltivare un blog è certamente impegnativo. Faticoso talvolta. Rimanendo una porta spalancata sul mondo che altri non raccontano. Meno che mai i media ufficiali.

Anche questo è
change, qualcosa di nuovo che si affaccia sulla scena pubblica, parlando alla pancia ed al cuore, in parole, immagini e suono. Senza pretendere l’ultima parola, ma alimentando il flusso dei destini comuni. Senz’alcuna proprietà salvifica, con tutti i limiti della vanità. Rimanendo uno specchio abbastanza autentico di quanto accade nella vita reale di persone reali.

Link map: social media lab|pudori|change, we can believe in


23 novembre 2008

Novena del silenzio

Capita che, ogni tanto, sia utile distanziarsi dalle proprie creature. Un blog lo è. Ed io mi sono imposto di non farne un idolo, o la mia via di fuga dalla realtà. Non per confinarlo, ma per ridargli slancio e senso, in luogo di dovere ed abitudinarietà. Proprio per la gratitudine che porto al suo racconto ed alle persone con cui, esso tramite, sono entrato in contatto. Ed anche, talvolta, più di una volta, in sintonia. 


15 luglio 2008

That's


> 300.000



No. Non c’è la necessità di mescolare parole. Di arringare, su tutto. È sufficiente costruire percorsi. Insistere su due, tre temi chiave. Smascherare l’inciviltà in cui declina non l’economia, ma la vita di relazione nel Paese che è pur sempre la culla e la bara delle nostre esistenze.

 

Non c’è la necessità di mescolare parole. È sufficiente provocare domande, su domande, su domande. A cui ciascuno farfuglierà una risposta. O molte. Alternative. Vie. Errore, aborto. Rinascita, rivincita. Infine vivi.


Link map: 200.000|silenzio


27 novembre 2007

Led





> 150.000





[ click ]


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. led zeppelin stairway to heaven blog 150.000

permalink | inviato da Ethos il 27/11/2007 alle 23:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


20 settembre 2007

Maria Antonietta di Asburgo-Lorena

Ieri sera [l'altro,ndr] a "Porta a Porta", il presidente del Consiglio, definito ormai dagli stessi giornalisti “Valium-Prodi” parlava seduto dietro a una gigantografia con la mia faccia. Belin, è come se la BBC trasmettesse un discorso alla nazione di Gordon Brown che si rivolge a Mr. Bean.

Prodi mi ha colpito, ha detto una cosa qualunquista: “I cittadini non sono migliori dei politici”. Credo che intendesse tutti i cittadini e tutti i politici. Insomma, siamo un Paese senza speranza. Valium ha poi continuato dicendo di me: "Ora cambia perchè dalla critica deve arrivare alla proposta”.

Qui mi sono molto preoccupato.

Le proposte infatti ci sono: quelle dei cittadini che per mesi hanno scritto commenti e mail al blog. Non sono mie, sono dei datori di lavoro di Prodi. Le ho consegnate personalmente a Alzheimer-Prodi a Palazzo Chigi l'8 giugno del 2006. Gli lasciai una lettera di licenziamento nel caso non le avesse tenute in considerazione. Mi rassicurò che le avrebbe trasmesse ai ministri competenti.

Ho il filmato integrale. Il programma lo hanno scritto i cittadini, non Grillo. L’Italia cambierà grazie ai suoi cittadini, non grazie a Grillo.

Si parla di vuoto da riempire, ma chi l’ha creato se non l’assenza della politica? Se non la partitocrazia? Attaccano me, ma in realtà attaccano il loro (ex) elettorato.
Sono dei pugili suonati.

La prosa è quella solita. Estrapolando liberamente epiteti e leggendoli fuori contesto si moltiplica la violenza implicita alla polemica condotta da Beppe Grillo, un ricco signore che irride i potenti facendo di necessità virtù [e grassi fatturati]. Lo sa fare. Chapeau.

Intanto chi non ha capito una mazza è Mauro Mazza che, a difesa dei propri editori di riferimento, scambia lucciole per lanterne. Non è il solo: la sollevazione di una parte della società italiana contro la casta è vigorosa. In tempi di vacche magre, lunari da sbarcare, fine mese che si allontanano, vite a rate, sub-prime o precarizzate, i crassi sprechi di risorse pubbliche visibili ad occhio nudo [e spesso a beneficio di corti più o meno personali] diventano vieppiù insostenibili.

La contraddizione altrettanto insostenibile è nell'impopolarità del miglior ministro del Prodi IITommaso Padoa Schioppa, che alla finanza pubblica a cuor leggero prova a mettere le briglie. In tempi di pseudorivoluzioni l'urlo può più del discernimento, la rabbia finisce per travolgere tutto e nulla, nessuno si salva. 

Maria Antonietta di Asburgo-Lorena, moglie di Luigi XVI, mai pronunciò la lieve espressione che le viene attribuita dalla vulgata [se non hanno pane, mangino brioches], ma non capì i tempi in cui visse e morì. Ghigliottinata. 



[ click ]


1 agosto 2007

Hundred Miles




> 100.000


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. hundred miles davis target blog

permalink | inviato da Ethos il 1/8/2007 alle 12:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


24 luglio 2007

Settimo

In almeno un punto Walter Veltroni condivide questo blog [in realtà ben più di uno].

Settimo
: escludere nei regolamenti parlamentari la costituzione di gruppi che non corrispondano alle liste presentate alle elezioni e rivedere le norme finanziarie che oggi premiano la frammentazione, comprese quelle sul finanziamento pubblico dei partiti e della stampa di partito.

Settimo è un indicatore ricorrente in questo blog, e designa sempre momenti salienti nella linea di questo divenire di senso. Che è parola che si fa carne.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. settimo veltroni blog ethos primarie

permalink | inviato da Ethos il 24/7/2007 alle 23:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


19 febbraio 2007

Appunti di storia futura

 “La Blogosfera nella Politica Italiana”

[ clicca anche sull'immagine ]


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. politica blog blogger informazione veltri indagine

permalink | inviato da il 19/2/2007 alle 21:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia     giugno        agosto
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
La domanda seconda
L'Uomo in bianco e nero
Salviamo la Costituzione
Finis Terrae
Via
Dialoghi
Politica
13 maggio
Ferrara watch
Il Sindaco del borgo di Hamelin
Il male oscuro
punto.doc
apatatalessa
Apologhi
Posta piccola
La notte della Repubblica
Fine Arts Blog Museums
Vita activa
Un viaggio elettorale
moleskine
Strange days
Fileîs-me? [Gv 21,17]
Maryâm
GU Adinolfi '07
Lectures
Facebook
Il biscotto
Obamerica
Appunti sparsi
Twitter

VAI A VEDERE

Gnu
Blogroll
Wikipedia
Liber liber
Ora esatta
Nessuno Tv
Luogo comune
Connected intelligence
Il blog di Beppe Grillo
Creative commons
Internet filmtrick
Jacques Derrida
Donnie Darko
Submission
Discinto
Cinemage
Sentieri selvaggi
The Cremaster Cycle
Redattore sociale
Indymedia
Rainews24
Mondi vicini
Wittgenstein
Luca De Biase
Rassegna stampa
Il barbiere della sera
Ambigram Gallery
Per l'Infanzia. Vietato Chiudere Gli Occhi
Cattedra dei non credenti
Yadvashem memorial
Il Pifferaio di Hamelin
Linguaggi ipermediali
Arsenale della Pace
Don Tonino Bello
Bambini soldato
Teladipenelope
Club di Roma
Marco Guzzi
Aldo Moro
Teresina
Ecoblog
Anila
Babel
TV
PPP
Brio
Worth
Twitch
Fallujah
Can Xue
Cina oggi
Mauro Biani
Diario acido
Diário gráfico
Questo amore
Astor Piazzolla
Canzoni & poesie
Ebraismo minimo
Francesco Giavazzi
Par-condicio monitor
EC Editorial Cartoons
Economia di Comunione
Music Genome Project
Economics E-journal
I numeri di BIP®™
E quelli di LUI®™
In Video Veritas
Elezioninews.it
BIP®™ pride
Dummies
Nuovoeutile
Googlenterprise
Crowdsourcing
Caffe' Europa
Peacereporter
Spaceandculture
Formazione politica
Monastero di Bose
NIM magazine
PD University
Webroadcast
Time Zone Converter
In-nova 24


Il profilo di Giuseppe Nenna
Profilo Facebook di Giuseppe Nenna
  

In fondo è semplice decifrare BIP®™:
basta capovolgere il senso delle parole
comunicate in pubblico,
per comprendere i suoi obiettivi privati


War is peace
La guerra è pace

Freedom is slavery
La libertà è schiavitù

Ignorance is strenght
L'ignoranza è forza



Use OpenOffice.org




La société du spectacle par Guy E. Debord


Secondo la definizione di Leonardo Boff, in Ethos mondiale

EGA 2000 ISBN 88-7670-394-2, €11,36:

Per ethos intendiamo l’insieme delle aspirazioni, dei valori e dei principi, che orienteranno le relazioni umane nei confronti della natura, della società, delle alterità, di se stessi e del senso trascendente dell’esistenza, Dio.



Si vis pacem para pacem

 

Questo blog è gemellato con Devarim [in ebraico Devarim sono le parole, o le cose].
La lettera ebraica che abbiamo insieme scelto per illustrare questo spazio in comune è bet
,la stessa che dà inizio al libro di Bereshit,in principio, il primo dei cinque che compongono la Torah [corrispondente al nostro libro della Genesi].



Ascolta radiofulmini

E fa zapping con Tv [spenta] med vridbar skärm, Luma, 1959 digitaladoptive


I blogleanno:

15 marzo 2005 | 15 marzo 2006


Il BIP®™ countdown è scaduto

Al 10 aprile 2006, ore 15:00, mancavano:
giorni
ore
minuti
secondi

Countdown memories   

- 14 y Del fisco me ne infischio [i numeri veri]

- 13 y Rottamazione [in]costituzionale [christians]

- 12 y Verso il Partito Democratico [di m. cacciari]

-  11 y La sconfitta [nella palude mediorientale]

- 10 y Impoverimento [la tassa occulta]

- 9 y Quote rosa [non è un pesce d’aprile]

- 8 y Mai, mai, mai! [Totus tuus ego sum Maria]

- 7 y Punta Perotti [lo spartiacque]

6 y sso ccontento…! [il ri-epilogo]

- 5 y Favole greche e leggende metropolitane [ici]

4 y Anche i ricchi piangono [o dei rovesci]

3 y Un giudice  [Fabrizio De Andrè, amico fragile]

- 2 y Per interesse  [contro il declino]

-  1 y La nomination [BIP® brother] 

0 y  L'identità mediale degli italiani [BIP® exit]


Questo blog aderiva alla campagna
"Salviamo la Costituzione. Aggiornarla non demolirla".

Contro la sottrazione di democrazia tentata dal governo dei pre-potenti.



Infopoint

La posta in gioco

Si sceglieva tra 2 modelli*:

il sistema che accoglie l'individuo,
non privo di limiti;

l'individualismo che rigetta la relazione
tra gli individui, la nega ideologicamente,
privilegiando la soluzione asociale.

Io scelgo e voto per una società che
sa trarre forza dagli individui
per costruire il sistema e lo scudo,
anche per i più deboli
, gli ultimi,
i meno muniti e più sprovveduti,
che non possono rimanere ostaggi,
in balia dei rapporti di forza
economici o politici;
e non delega la salvezza all'uomo, della provvidenza



banditore [ in un film già visto ].

*ma l'Unione non lo aveva capito.






[ charis community ]

FENICOTTERO SNODATO Un'esemplare di fenicottero rosa si accarezza compiaciuto il collo allo zoo di Francoforte in Germania (Frank May /Epa)

CERCA