.
Annunci online

Ethos
l' Uomo in bianco e nero


Diario


7 aprile 2008

Io sarei qui

[ click ]

Il grafico si legge da sinistra a destra e scorrendo le posizioni in basso, tema per tema

Rispetto al politometro ed al test de la Stampa [tasso di veltronismo al 76%], le sfumature impresse alle risposte mi avvicinano ad IDV ed alla galassia veterocomunista: da cui però mi separa il core dell'analisi sociale [che ho espresso al post ad essa dedicata].

Si conferma il mio notevole tasso di laicità intrinseca [nonostante il rivendicato background cattolico]. Non mi dispiace. Come pure un certo vizio ad andare oltre gli schemi convenzionali. Va bene così.

Link mapio sono qui|political compass|test|cleavage|boris vyseslavcev


29 marzo 2008

Ethos Category Management [ECM]

[ click ]

Icona policroma del Volto di Cristo in tecnica mista [metallo su legno]

Tutto sommato la mappatura emersa dalla Politometrica di contradogmaticos mi pare convincente. Sarei ad un’incollatura da Uolter in quanto a progressismo e meno laico dell’ortodosso Boselli. Interessante.

Ma, scrivevo, ritengo le categorie utilizzate tutto sommato datate. Come potrebbero essere ridisegnate quelle categorie? Destra
|Sinistra non significano più nulla?

Intanto è immediato notare come la linearità del piano cartesiano ponga a sinistra la conservazione ed a destra il progressismo. Non solo un effetto ottico, e nemmeno uno scherzo dell'impianto iconografico. Contemporaneamente indica in basso [ad un piano
mondano, in senso ecclesiologico] il confessionalismo diremmo più dogmatico. Ed in alto [su un piano quasi spirituale, sempre in senso ecclesiologico] il laicismo. Curiosa eterogenesi dei fini, con qualche fondamento logico-deduttivo.

Armare una guerra alla globalizzazione è certamente di destra
: ed infatti Bossi e Tremonti difendono questa posizione in compagnia di Ferrando, ove la sinistra abbraccia la destra [per rimozione dell’internazionalismo terzomondista d’antan]. Gli opposti si attraggono, in base alla ben nota legge di Lenz, o forse semplicemente si completano, nella declinazione Tao di Yin|Terra|principio femminile e Yang|Cielo|principio maschile.

Regolare la globalizzazione è certamente progressita
: ma regolare la storia è impresa generalmente ardua, ambigua e carica di incognite. In genere i fatti sono testardi e procedono leninisticamente per i cazzi loro.

Veniamo allora al tentativo di disegnare nuovi quadranti nella mappa cartesiana del politometro contemporaneo [sia nella dimensione dekerckhoviana, che in quella liquido-simbolica coniata da
Zygmunt Bauman]. Io la metterei così.

Rispetto ai due assi potrebbe esserci qualcosa del tipo:

analogici
-digitali in luogo di conservatori-progressisti. Il mondo evolve, le tecnologie evolvono, le organizzazioni si ridefiniscono, lo spazio fisico tende ad essere assorbito [non esaurito] nello spazio virtuale. Da analogici si è irrimediabilmente OUT. Da digitali si rischia l’alienazione [OUT] ma si è ben piantati nel processo storico [IN].

Ed in luogo di confessionali-laici mi sentirei di suggerire due varianti, con spiccata preferenza per la seconda:

inclusivi
[interoperabili]-[dogmatici] falangisti, oppure wikierscopyrightingers. Perché? Dove finisce l’allure valoriale che connota la declinante sottocultura dio-patria-famiglia?

In realtà è tutta insita nei comportamenti prevalenti, visibili, piuttosto che nella categorizzazione elettiva dei comportamenti.

I
wikiers tendono ad essere di per sé inclusivi, in quanto utilizzano l’interoperabilità della comunicazione digitale [la ubiquità dell’identità digitale che consente di essere point of being alla maniera di DDK] allo scopo di estendere i benefici collettivi derivanti dalla condivisione della conoscenza. L’informazione è il bene massimo ed in quanto genere umano, io sono persuaso, ci pone alle soglie di un salto evoluzionistico.

I
copyrightingers difendono lo status quo della riserva a favore della proprietà intellettuale, in quanto premiale rispetto alle forze del mercato ed a quelle della creazione artistica, scientifica, tecnologica, psicosociale e bioetica.

Ma il corpaccione demografico è malthusianamente refrattario a tali restrizioni novecentesche e tende ad assumere fluidità e caratteri diversi, scavando l’alveo di equilibri nuovi. Geologicamente, cioè duramente e con traumi che le linee di faglia tra placche continentali assestano periodicamente. Processi profondi che conducono a sconvolgimenti di superficie. La weltansharing non punisce i creatori e gli innovatori, semplicemente li riconduce ad un processo sociale più ampio e partecipativo, allocando diversamente il riconoscimento quantitativo dell’impegno emergente dal riconoscimento [accreditato] dell’innovazione a beneficio di tutti, mass market.

Lo so: sono categorie nuove di zecca. Ma forse è proprio questo il loro appeal.


Link map: cm|iconografia|cleavage|political compass|bossi|lenz|tao|fossé temporel|bauby|ddk|fulmini|new|grid


28 marzo 2008

Politometrica di contradogmaticos [alias Ethos]



Il Politometro è un gioco per scoprire il proprio orientamento rispetto ad alcuni temi chiave della campagna elettorale per le Politiche 2008.

Esprimendo il grado di consenso rispetto a 15 affermazioni si ottiene la propria collocazione rispetto a due assi: conservatori-progressisti, confessionali-laici. Il test è liberamente ispirato a esperienze analoghe, quali Political compass e The compass, realizzata dal Washington Post per Facebook.

L'orientamento dei principali candidati premier è stato ottenuto mappando con il maggior rigore possibile le affermazioni rispetto ai rispettivi programmi elettorali. In diversi casi, dove nel programma non era prevista una risposta esplicita sull'argomento, si è proceduto sulla base di approssimazioni [tuttavia più che aperti a rettifiche da parte degli interessati, qualora non si riconoscessero nella posizione loro assegnata].

Link map: cleavage|political compass|question survey|mappa identitaria

sfoglia     marzo        maggio
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
La domanda seconda
L'Uomo in bianco e nero
Salviamo la Costituzione
Finis Terrae
Via
Dialoghi
Politica
13 maggio
Ferrara watch
Il Sindaco del borgo di Hamelin
Il male oscuro
punto.doc
apatatalessa
Apologhi
Posta piccola
La notte della Repubblica
Fine Arts Blog Museums
Vita activa
Un viaggio elettorale
moleskine
Strange days
Fileîs-me? [Gv 21,17]
Maryâm
GU Adinolfi '07
Lectures
Facebook
Il biscotto
Obamerica
Appunti sparsi
Twitter

VAI A VEDERE

Gnu
Blogroll
Wikipedia
Liber liber
Ora esatta
Nessuno Tv
Luogo comune
Connected intelligence
Il blog di Beppe Grillo
Creative commons
Internet filmtrick
Jacques Derrida
Donnie Darko
Submission
Discinto
Cinemage
Sentieri selvaggi
The Cremaster Cycle
Redattore sociale
Indymedia
Rainews24
Mondi vicini
Wittgenstein
Luca De Biase
Rassegna stampa
Il barbiere della sera
Ambigram Gallery
Per l'Infanzia. Vietato Chiudere Gli Occhi
Cattedra dei non credenti
Yadvashem memorial
Il Pifferaio di Hamelin
Linguaggi ipermediali
Arsenale della Pace
Don Tonino Bello
Bambini soldato
Teladipenelope
Club di Roma
Marco Guzzi
Aldo Moro
Teresina
Ecoblog
Anila
Babel
TV
PPP
Brio
Worth
Twitch
Fallujah
Can Xue
Cina oggi
Mauro Biani
Diario acido
Diário gráfico
Questo amore
Astor Piazzolla
Canzoni & poesie
Ebraismo minimo
Francesco Giavazzi
Par-condicio monitor
EC Editorial Cartoons
Economia di Comunione
Music Genome Project
Economics E-journal
I numeri di BIP®™
E quelli di LUI®™
In Video Veritas
Elezioninews.it
BIP®™ pride
Dummies
Nuovoeutile
Googlenterprise
Crowdsourcing
Caffe' Europa
Peacereporter
Spaceandculture
Formazione politica
Monastero di Bose
NIM magazine
PD University
Webroadcast
Time Zone Converter
In-nova 24


Il profilo di Giuseppe Nenna
Profilo Facebook di Giuseppe Nenna
  

In fondo è semplice decifrare BIP®™:
basta capovolgere il senso delle parole
comunicate in pubblico,
per comprendere i suoi obiettivi privati


War is peace
La guerra è pace

Freedom is slavery
La libertà è schiavitù

Ignorance is strenght
L'ignoranza è forza



Use OpenOffice.org




La société du spectacle par Guy E. Debord


Secondo la definizione di Leonardo Boff, in Ethos mondiale

EGA 2000 ISBN 88-7670-394-2, €11,36:

Per ethos intendiamo l’insieme delle aspirazioni, dei valori e dei principi, che orienteranno le relazioni umane nei confronti della natura, della società, delle alterità, di se stessi e del senso trascendente dell’esistenza, Dio.



Si vis pacem para pacem

 

Questo blog è gemellato con Devarim [in ebraico Devarim sono le parole, o le cose].
La lettera ebraica che abbiamo insieme scelto per illustrare questo spazio in comune è bet
,la stessa che dà inizio al libro di Bereshit,in principio, il primo dei cinque che compongono la Torah [corrispondente al nostro libro della Genesi].



Ascolta radiofulmini

E fa zapping con Tv [spenta] med vridbar skärm, Luma, 1959 digitaladoptive


I blogleanno:

15 marzo 2005 | 15 marzo 2006


Il BIP®™ countdown è scaduto

Al 10 aprile 2006, ore 15:00, mancavano:
giorni
ore
minuti
secondi

Countdown memories   

- 14 y Del fisco me ne infischio [i numeri veri]

- 13 y Rottamazione [in]costituzionale [christians]

- 12 y Verso il Partito Democratico [di m. cacciari]

-  11 y La sconfitta [nella palude mediorientale]

- 10 y Impoverimento [la tassa occulta]

- 9 y Quote rosa [non è un pesce d’aprile]

- 8 y Mai, mai, mai! [Totus tuus ego sum Maria]

- 7 y Punta Perotti [lo spartiacque]

6 y sso ccontento…! [il ri-epilogo]

- 5 y Favole greche e leggende metropolitane [ici]

4 y Anche i ricchi piangono [o dei rovesci]

3 y Un giudice  [Fabrizio De Andrè, amico fragile]

- 2 y Per interesse  [contro il declino]

-  1 y La nomination [BIP® brother] 

0 y  L'identità mediale degli italiani [BIP® exit]


Questo blog aderiva alla campagna
"Salviamo la Costituzione. Aggiornarla non demolirla".

Contro la sottrazione di democrazia tentata dal governo dei pre-potenti.



Infopoint

La posta in gioco

Si sceglieva tra 2 modelli*:

il sistema che accoglie l'individuo,
non privo di limiti;

l'individualismo che rigetta la relazione
tra gli individui, la nega ideologicamente,
privilegiando la soluzione asociale.

Io scelgo e voto per una società che
sa trarre forza dagli individui
per costruire il sistema e lo scudo,
anche per i più deboli
, gli ultimi,
i meno muniti e più sprovveduti,
che non possono rimanere ostaggi,
in balia dei rapporti di forza
economici o politici;
e non delega la salvezza all'uomo, della provvidenza



banditore [ in un film già visto ].

*ma l'Unione non lo aveva capito.






[ charis community ]

FENICOTTERO SNODATO Un'esemplare di fenicottero rosa si accarezza compiaciuto il collo allo zoo di Francoforte in Germania (Frank May /Epa)

CERCA