.
Annunci online

Ethos
l' Uomo in bianco e nero


Diario


12 dicembre 2008

Haiku fir[i]mati

[click | questo pomeriggio, ore 17:00 a Roma, Libreria Vivalibri, via di Tor Millina 10, adiacenze piazza Navona, Fulminesaette Alias Pasquale Misuraca presenta i suoi haiku rimati: Solo nel verso/scorro sempre uguale/sempre diverso | edizioni peQuod, isbn 978-88-6068-071-6 ]



Le immagini

resistono, più dure

delle figure.



Link map
: alias|eftimios|solo nel verso|considerate la vostra semenza


4 dicembre 2008

Windows '08

Accade. Accade... Accade che la realtà sorprenda. In positivo. Succede che conosci il gran capo dell’on line di Microsoft Europe. È successo oggi. E scopri una storia ed una densità umana che difficilmente accosti al colosso di Redmond. Fatta di passione per il proprio lavoro: sfidare sui contenuti i più grandi portali del mondo, da leader. Di preoccupazione: non usare l’immagine della donna per fare traffico, né indugiare sul lato oscuro della forza per abbacinare i navigatori. E non allo scopo, banale, di mantenere un profilo politicamente corretto. Costruire ambienti di relazione in cui la connessione sia vera, viva. Per quanto possibile non utilitaristica, un’estensione digitale tout court.

Pensate a quanti di noi usano normalmente
live messenger e vi siano, in un certo senso, affezionati. Mantenendo 2.000.000 di contatti aperti in quello che, a cavallo delle 20:30, solo vent’anni fa sarebbe stato il prime time televisivo. Più o meno ai tempi in cui Paolo Tacconi cominciava a frequentare gli amici che lo condussero a fondare Virgilio, il primo vero portale italiano dell’era internet, all’incirca un lustro dopo.

No. Tenetevi le vostre preoccupazioni per la crisi. Per il declino etico [sarà vero
?], per l’inquinamento che potrebbe cancellare la nostra civiltà nel giro di qualche decennio [inciviltà inclusa]. Io da questo mondo non voglio scendere. Perché più spesso di quanto s’immagini incontro i Paolo Tacconi. Riservati fino alla timidezza. Riflessivi con acume. Aperti, giammai ad un ottimismo di maniera ma al domani ed alla speranza. Costruendola oggi. Qui.

E potrò raccontare un giorno di aver fatto dannatamente il tifo per
Barack Hussein Obama, ed assistito al cambio di millennio che coincideva con la sua ascesa alla Casa Bianca. Otto anni dopo il cambio di secolo. Domani, di un mese fa.

Toglietemi tutto. Ma non il nostro secolo. Il nostro... Il nostro: il migliore in cui vivere. Il migliore tra quelli che possiamo permetterci.

Link map: social media lab|abbacinare|virgilio|cleavage|domani


29 novembre 2008

Babes gang

[ click | Ragazze disponibili e spalmate di sedativi per derubare ricchi e ignari stranieri extracomunitari – non ugandesi in soggiorno turistico in Uganda, nda ] 

Immagine di una giovane, bella e prosperosa ugandese

Ragazze belle e prosperose. Che prendono di mira uomini benestanti, in cerca di sesso facile. Si lasciano abbracciare, toccare, baciare. Fino a che, irrimediabilmente, la vittima designata cade svenuta. E, irrimediabilmente, viene derubata di tutto. A lanciare l'allarme, come riporta l'Afp, è la polizia ugandese. «Alcune giovani malviventi - spiega Fred Enanga, portavoce del Criminal Investigations Directorate - si spalmano il seno e il resto del corpo con particolari sedativi» per mettere letteralmente al tappeto gli uomi che sono riuscite ad adescare.

A quanto pare, il sistema viene utilizzato da una gang formata da decine di prostitute e criminali: al momento le persone sospettate dalla polizia sono 37. Le vittime di questa sorta di rapine a luci rosse sono soprattutto stranieri bianchi.
«Ne abbiamo trovati alcuni privi di coscienza e spogliati di ogni cosa. Non sappiamo ancora da chi si riforniscano le giovani - ha spiegato Enanga - ed è quello che stiamo cercando di scoprire». Le autorità lanciano però l'avvertimento: attenzione a farvi sedurre troppo facilmente.

Link map: dalai sess.o.s|only babes|help|extracomunitari|buongiorno notte


23 novembre 2008

Novena del silenzio

Capita che, ogni tanto, sia utile distanziarsi dalle proprie creature. Un blog lo è. Ed io mi sono imposto di non farne un idolo, o la mia via di fuga dalla realtà. Non per confinarlo, ma per ridargli slancio e senso, in luogo di dovere ed abitudinarietà. Proprio per la gratitudine che porto al suo racconto ed alle persone con cui, esso tramite, sono entrato in contatto. Ed anche, talvolta, più di una volta, in sintonia. 


10 novembre 2008

Kadima trentina

 
[ Kadima, che in ebraico significa avanti!, è una metafora trentina? Clicca sulle immagini ]

Il manifesto della mostra che il Trentino ha dedicato ai 90 anni dalla fine delle Grande Guerra [1914 - 1918] Un giovane Lorenzo Dellai, all'epoca sindaco di Trento


Conobbi Lorenzo Dellai grazie a Leoluca Orlando, che a Trento convocò il primo seminario nazionale della Rete. Trentenne, sindaco in carica da pochi mesi della città che ci accoglieva. Sembianze come nella foto piccola.

Dellai è sempre stato un outsider. La
DC moriva e lui lo aveva capito. Da allora ha costruito sempre sul territorio. Un po’ Toni Bisaglia [all’epoca potentissimo uomo partito democristiano veneto, misteriosamente deceduto anni prima, nel giugno dell'84], un po’ Sergio Chiamparino: mai sopraffatto dagli eventi, sempre lesto ad anticiparli. Quanto di peggio contro l’idea ripiegata di rappresentanza della Lega. Che infatti lì perde anche quando accresce i consensi, come ieri.

Ora Dellai ci dice, nel solco della migliore tradizione cattolico-democratica [direi del suo più illustre predecessore trentino, Alcide De Gasperi], che un partito moderno e di massa è post-politico e territoriale insieme. Cioè guarda oltre le riedizioni dei centro-centrosinistra [tipo addizioni UDC + PD, cui Dellai - come me - non ha aderito] per compensare localmente gli strattoni che la globalizzazione assesta alle invecchiate sicurezze delle abbienti popolazioni europee. Assumendo la sfida della mondialità come leva, piuttosto che come paura. L’esatto contrario dello schema leghista.

Un processo che nella vicina
Israele ha condotto uno tra i più feroci oppositori del negoziato di pace con l'autorità palestinese ANP, Ariel Sharon [da mesi in un purgatorio alle soglie della vita], a promuovere il nuovo contenitore post-politico Kadima. Non a caso vincente in alleanza con il labour, contro il Likud egemonizzato dal peggiore sionismo ultra-religioso.

Link map: berakhà|kadima|dellai|bisaglia|provincia trentina|eurasienstab|ariel


27 luglio 2008

Discernimento

Dal primo libro dei Re 3,5.9

In quei giorni a Gàbaon il Signore apparve a Salomone in sogno durante la notte.

Dio disse: «Chiedimi ciò che vuoi che io ti conceda».

Salomone disse: «Signore, mio Dio, tu hai fatto regnare il tuo servo al posto di Davide, mio padre. Ebbene io sono solo un ragazzo; non so come regolarmi. Il tuo servo è in mezzo al tuo popolo che hai scelto, popolo numeroso che per la quantità non si può calcolare né contare. Concedi al tuo servo un cuore docile, perché sappia rendere giustizia al tuo popolo e sappia distinguere il bene dal male; infatti chi può governare questo tuo popolo così numeroso?».

Dalla prima lettera di Paolo ai Tessalonicesi 5,14-22

Vi esortiamo, fratelli: correggete gli indisciplinati, confortate i pusillanimi, sostenete i deboli, siate pazienti con tutti. Guardatevi dal rendere male per male ad alcuno; ma cercate sempre il bene tra voi e con tutti. State sempre lieti, pregate incessantemente, in ogni cosa rendete grazie; questa è infatti la volontà di Dio in Cristo Gesù verso di voi. Non spegnete lo Spirito, non disprezzate le profezie; esaminate ogni cosa, tenete ciò che è buono. Astenetevi da ogni specie di male.

Dal vangelo di Matteo 13,51-52

«Avete compreso tutte queste cose?». Gli risposero: “”. Ed egli disse loro: «Per questo ogni scriba, divenuto discepolo del regno dei cieli, è simile a un padrone di casa che estrae dal suo tesoro cose nuove e cose antiche».



[ click ]

Non spegnete lo Spirito, non disprezzate le profezie; esaminate ogni cosa, tenete ciò che è buono. Astenetevi da ogni specie di male.

Link map: un cuore docile|tenete ciò che è buono|med|tesoro|turoldo|lostris 83


19 luglio 2008

Eurasia

In mostra al Mart di Rovereto le opere di 50 giovani artisti asiatici ed europei. La possibilità di un’arte scorrevole tra Europa e Asia che affermi come valore la coesistenza delle differenze.


È “
Eurasia. Dissolvenze geografiche dellarte”, che riprende il titolo da un ciclo di opere Joseph Beuys: Eurasienstab.

 

Rovereto [ Trento ], dal 27 giugno al 16 novembre 2008.


[ clicca sulle immagini ]

Eurasienstab, Fluxorum organum opus 39 a film made by Joseph Beuys and Henning Christansen with soundtrack by Hennig Christiansen

Chiharu Shiota His Chair [La sua sedia] 2005 - 750 vecchie finestre, 1 sedia al centro della sala cilindrica, poggiata su vetro rotto

Link map: dissolvenze|abo|eximart|eurasienstab|eurasia


18 luglio 2008

Turoldo

Anima mia canta e cammina,
anche tu fedele di chissà quale fede
oppure tu uomo di nessuna fede
camminiamo insieme

e l’arida valle si metterà a fiorire.
Qualcuno,
Colui che tutti cerchiamo

ci camminerà accanto.

 

Perché questi versi squarciano i sentieri solitari segnati dalla paura. Affondati nella più semplice delle soluzioni: la denuncia della diversità e non l’ascolto della differenza. A volte faticoso. Mai piano.


[ click ]

David Maria Turoldo, assorto

Link map: eftimios|colui che porta la gioia|earnest|turoldo


10 luglio 2008

Considerate la vostra semenza

«Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e conoscenza».

[Dante Alighieri, Divina Commedia, Inferno canto XXVI, 116-120]

Giuseppe Dossetti: "Questa ossessione del piacere sessuale, come porta a una continua ed eccessiva stimolazione dell’istinto naturale, così lo infiacchisce nelle sue stesse potenzialità naturali. E ancora porta [con altri fattori concomitanti quale l’eccesso furibondo di immagini mediatiche] porta, dico, all’ottundersi delle facoltà superiori dell’intelligenza, cioè la creatività, la contemplazione naturale, il discernimento, per una inabilità alla durata dell’attenzione e del confronto, e quindi dell’elementare capacità critica".

«La sovrapproduzione di immagini porta all'annichilimento della nozione stessa di individuo», afferma il regista Raúl Ruiz.

Il cineasta cileno ricorda scritti del sociologo Norbert Elias, del saggista Ortega y Gasset e dello scrittore e saggista Elias Canetti, ed osserva:
«Più che la solitudine dell'individuo, il problema è l'individuo solo in una specie di tourbillon di comunicazione che accentua la solitudine invece di creare legami. Il tessuto sociale creato da internet è in qualche modo malsano
».

[ clicca sulle immagini ]

Raúl Ruiz sul set de "La Recta Provincia"

«Intelligenza connettiva è un termine che uso per indicare l’impatto odierno di Internet sul pensiero umano. Attraverso di essa il singolo ha la duplice possibilità di far parte dei un gruppo senza perdere la sua identità, e di avere un’identità senza perdere il senso del gruppo».

Derrick De Kerckhov
e

Link map
:
inferno|help|eccesso furibondo di immagini|recta provincia|ruiz|ddk


23 giugno 2008

Whore

Le radici delle tratta degli esseri umani affondano nelle questioni economiche ma anche nella difficoltà di relazione, soprattutto da parte degli uomini. Lo afferma suor Maria Pia Iammarino, della congregazione delle Francescane per i poveri, responsabile del “Progetto Miriam”, realizzato a Padova e presentato durante il Congresso dell’Uisg.

 

Ladomanda di esseri umani”, e quindi il loro sfruttamento a tutti i livelli, “nasce soprattutto dove c’è la ricchezza, cioè nel Nord del mondo”, spiega suor Maria Pia. E nei Paesi ricchi c’è anche un evidente abbassamento della “qualità delle relazioni”: se gli uomini “non sono capaci di affrontare e vivere le relazioni, allora preferiscono comprarle”.

[ click ]

Whore a.k.a. The Life (Spanish title: Yo puta) is a 2004 film directed by María Lidón. It is based on the book Yo Puta by Isabel Pisano.

Link map: tratta|paresis psyches|lupanare

sfoglia     novembre        gennaio
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
La domanda seconda
L'Uomo in bianco e nero
Salviamo la Costituzione
Finis Terrae
Via
Dialoghi
Politica
13 maggio
Ferrara watch
Il Sindaco del borgo di Hamelin
Il male oscuro
punto.doc
apatatalessa
Apologhi
Posta piccola
La notte della Repubblica
Fine Arts Blog Museums
Vita activa
Un viaggio elettorale
moleskine
Strange days
Fileîs-me? [Gv 21,17]
Maryâm
GU Adinolfi '07
Lectures
Facebook
Il biscotto
Obamerica
Appunti sparsi
Twitter

VAI A VEDERE

Gnu
Blogroll
Wikipedia
Liber liber
Ora esatta
Nessuno Tv
Luogo comune
Connected intelligence
Il blog di Beppe Grillo
Creative commons
Internet filmtrick
Jacques Derrida
Donnie Darko
Submission
Discinto
Cinemage
Sentieri selvaggi
The Cremaster Cycle
Redattore sociale
Indymedia
Rainews24
Mondi vicini
Wittgenstein
Luca De Biase
Rassegna stampa
Il barbiere della sera
Ambigram Gallery
Per l'Infanzia. Vietato Chiudere Gli Occhi
Cattedra dei non credenti
Yadvashem memorial
Il Pifferaio di Hamelin
Linguaggi ipermediali
Arsenale della Pace
Don Tonino Bello
Bambini soldato
Teladipenelope
Club di Roma
Marco Guzzi
Aldo Moro
Teresina
Ecoblog
Anila
Babel
TV
PPP
Brio
Worth
Twitch
Fallujah
Can Xue
Cina oggi
Mauro Biani
Diario acido
Diário gráfico
Questo amore
Astor Piazzolla
Canzoni & poesie
Ebraismo minimo
Francesco Giavazzi
Par-condicio monitor
EC Editorial Cartoons
Economia di Comunione
Music Genome Project
Economics E-journal
I numeri di BIP®™
E quelli di LUI®™
In Video Veritas
Elezioninews.it
BIP®™ pride
Dummies
Nuovoeutile
Googlenterprise
Crowdsourcing
Caffe' Europa
Peacereporter
Spaceandculture
Formazione politica
Monastero di Bose
NIM magazine
PD University
Webroadcast
Time Zone Converter
In-nova 24


Il profilo di Giuseppe Nenna
Profilo Facebook di Giuseppe Nenna
  

In fondo è semplice decifrare BIP®™:
basta capovolgere il senso delle parole
comunicate in pubblico,
per comprendere i suoi obiettivi privati


War is peace
La guerra è pace

Freedom is slavery
La libertà è schiavitù

Ignorance is strenght
L'ignoranza è forza



Use OpenOffice.org




La société du spectacle par Guy E. Debord


Secondo la definizione di Leonardo Boff, in Ethos mondiale

EGA 2000 ISBN 88-7670-394-2, €11,36:

Per ethos intendiamo l’insieme delle aspirazioni, dei valori e dei principi, che orienteranno le relazioni umane nei confronti della natura, della società, delle alterità, di se stessi e del senso trascendente dell’esistenza, Dio.



Si vis pacem para pacem

 

Questo blog è gemellato con Devarim [in ebraico Devarim sono le parole, o le cose].
La lettera ebraica che abbiamo insieme scelto per illustrare questo spazio in comune è bet
,la stessa che dà inizio al libro di Bereshit,in principio, il primo dei cinque che compongono la Torah [corrispondente al nostro libro della Genesi].



Ascolta radiofulmini

E fa zapping con Tv [spenta] med vridbar skärm, Luma, 1959 digitaladoptive


I blogleanno:

15 marzo 2005 | 15 marzo 2006


Il BIP®™ countdown è scaduto

Al 10 aprile 2006, ore 15:00, mancavano:
giorni
ore
minuti
secondi

Countdown memories   

- 14 y Del fisco me ne infischio [i numeri veri]

- 13 y Rottamazione [in]costituzionale [christians]

- 12 y Verso il Partito Democratico [di m. cacciari]

-  11 y La sconfitta [nella palude mediorientale]

- 10 y Impoverimento [la tassa occulta]

- 9 y Quote rosa [non è un pesce d’aprile]

- 8 y Mai, mai, mai! [Totus tuus ego sum Maria]

- 7 y Punta Perotti [lo spartiacque]

6 y sso ccontento…! [il ri-epilogo]

- 5 y Favole greche e leggende metropolitane [ici]

4 y Anche i ricchi piangono [o dei rovesci]

3 y Un giudice  [Fabrizio De Andrè, amico fragile]

- 2 y Per interesse  [contro il declino]

-  1 y La nomination [BIP® brother] 

0 y  L'identità mediale degli italiani [BIP® exit]


Questo blog aderiva alla campagna
"Salviamo la Costituzione. Aggiornarla non demolirla".

Contro la sottrazione di democrazia tentata dal governo dei pre-potenti.



Infopoint

La posta in gioco

Si sceglieva tra 2 modelli*:

il sistema che accoglie l'individuo,
non privo di limiti;

l'individualismo che rigetta la relazione
tra gli individui, la nega ideologicamente,
privilegiando la soluzione asociale.

Io scelgo e voto per una società che
sa trarre forza dagli individui
per costruire il sistema e lo scudo,
anche per i più deboli
, gli ultimi,
i meno muniti e più sprovveduti,
che non possono rimanere ostaggi,
in balia dei rapporti di forza
economici o politici;
e non delega la salvezza all'uomo, della provvidenza



banditore [ in un film già visto ].

*ma l'Unione non lo aveva capito.






[ charis community ]

FENICOTTERO SNODATO Un'esemplare di fenicottero rosa si accarezza compiaciuto il collo allo zoo di Francoforte in Germania (Frank May /Epa)

CERCA