.
Annunci online

Ethos
l' Uomo in bianco e nero


Diario


27 novembre 2006

Interruzione di gravidanza

Questo blog non sarà aggiornato fino a venerdì.

Ma voglio interrompere la costanza di pubblicazione con una domanda su una questione che mi interroga:

perché l’
età della violenza sessuale consumata o quasi consumata si abbassa così verticalmente
, sia dal lato delle vittime che da quello dei tentati o reiterati violentatori?



[click]

Tralasciando per un momento gli altri casi imposti dalla cronaca ordinaria.




permalink | inviato da il 27/11/2006 alle 6:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa


26 novembre 2006

Viale del Tramonto

Questo blog augura all’uomo Silvio Berlusconi un pronto recupero dal malore che lo ha colto in tarda mattinata.

Rimanendo in radicale dissenso dalla sua concezione della lotta politica e della forma della democrazia. Non risparmiandogli alcun attacco né per la sua storia passata, né per l‘ultimo scorcio di vita su cui è incamminato, qualsiasi tempo gli resti da vivere. Rimanendo nella convinzione che la sua ascesa istituzionale sia incompatibile ad una democrazia normale.

Ma riconoscendogli la granitica coerenza di scelte [anche o spesso torbide] che la sua parabola personale ha impresso alla sua presenza di imprenditore e di tycoon approdato incidentalmente alla politica attiva. E tuttavia con il rispetto che si deve ad un uomo che genera passioni tanto contrastanti, in fasce tanto ampie della popolazione.



[click]

«Niente è più duro a morire di un sopravvissuto, e niente in un mondo che apprezza soltanto la fama quotidiana, è più vano della fama trascorsa».

[Ennio Flaiano, Il Mondo, iii, n. 11, 17 marzo 1951]




permalink | inviato da il 26/11/2006 alle 16:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa


24 novembre 2006

La differenza fra la genialità e la stupidità è che la genialità ha i suoi limiti*

[click]

Intanto Giuliano Ferrara, ancora a lutto stretto per la sconfitta della linea nel termidoro di mid-term, insiste nel difendere i risultati maturati sul campo a seguito della sciagurata seconda campagna irachena: l'Occidente ha [avrebbe, nda] una leadership fiacca.

*La citazione ripresa nel titolo è di Albert Einstein.




permalink | inviato da il 24/11/2006 alle 23:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


24 novembre 2006

Mamma, li turchi!

[cliccare sulle immagini]




Livia Turco
|versus| Maurizio Turco

Torna alla home page 


Questa o quella per me pari sono
a quant'altre d'intorno, d'intorno mi vedo;
del mio core l'impero non cedo
meglio ad una che ad altra beltà.




Succede che l’eccesso di zelo procuri diffamazioni a mezzo stampa.

Succede che per supplemento di faziosità si attribuisca al ministro della salute, Livia Turco, l'adesione ad un disegno di legge [peraltro d'iniziativa parlamentare, non del governo] che legalizzi l’eutanasia: il pdl n. 1702 promosso dall’omonimo deputato radicale, eletto nel gruppo della Rosa nel Pugno, Maurizio Turco.

Succede che il Giornale di famiglia pubblichi la falsa notizia a tutta pagina, nell’edizione odierna.

Succede che Livia Turco sia contraria a quella proposta d’iniziativa parlamentare.

Succede che il rigoletto che dirige il Giornale di famiglia non si senta in dovere di dimettersi, avendo bucato una notizia che un ascoltatore disattento di Radio Radicale avrebbe prontamente corretto.

Succede che l’imbarbarimento della lotta politica a mezzo stampa devasti la più elementare deontologia professionale di Maurizio Belpietro : un giornalista con la responsabilità della direzione di un quotidiano nazionale, sia pur di famiglia.

Succede. Ma non dovrebbe succedere. Non ad un tale livello di volgarità gratuita.

<B>Gaffe del Giornale, il direttore chiede scusa<br>ma a Liva Turco non basta: "Dimettiti"</B>

[click]




permalink | inviato da il 24/11/2006 alle 14:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


22 novembre 2006

Errore tecnico

[click]

Ad oggi abbiamo pagato la sola
supertassa Berlusconi-Tremonti,
prematurata con scappellamento a destra.

In quanto alle Prodigiose imposte e progressive,
se ne riparla nel 2007.




permalink | inviato da il 22/11/2006 alle 19:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


22 novembre 2006

FBI men'Agrama

Il procuratore distrettuale di Los Angeles, Jason Gonzales, ha spedito in Sunset Boulevard 7655, dove lavora il produttore di Hollywood Frank Agrama, più di 50 agenti della divisione «reati dei colletti bianchi» della polizia federale, l’FBI. A sequestrare 10 computer, a svuotare ogni cassetto dei tre piani di uffici e a rovistare in tutti gli angoli della sua villa californiana in Canyon Back Road. L'«attorney» Gonzales ha ordinato il raid dopo essere stato convinto dagli elementi di prova fornitigli dai magistrati italiani e riassunti in un «affidavit» americano [che equivale a un mandato di perquisizione] che definisce Agrama «socio occulto di Silvio Berlusconi».

urlo








Una storyboard

[
cliccare sulle strip dello storyboard ]




permalink | inviato da il 22/11/2006 alle 11:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


21 novembre 2006

America Oggi



[cliccare per ascoltare]



[click, in memoriam]




permalink | inviato da il 21/11/2006 alle 20:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


21 novembre 2006

Ribaldoni

Quando mostra il faccione accomodante, è allora che è massimamente acuminato. Il mandante è reo confesso? Probabile che il killer sia già stato assoldato, in omaggio alla nota teoria evidenziata in colonna destra:

In fondo è semplice decifrare [click] BIP®:

 


basta capovolgere il senso delle parole
comunicate in pubblico,
per comprendere i suoi obiettivi privati.


«Allora, presidente, ci siamo. Prodi e i suoi hanno le ore contate. A quando la spallata finale?». La risposta di Silvio Berlusconi alla ristretta cerchia di amici che lo stanno interrogando non è quella che gli ospiti sperano: «Il governo non cadrà, non ora, e neppure domani».

Perché l'uomo che ha trascinato mezza Italia verso traguardi lontani e apparentemente irraggiungibili boccia oggi senza appello le speranze di chi vede una meta vicina? Pessimismo, rassegnazione? Niente di tutto questo, assicura l'ex premier. «Ragazzi, la questione è semplice: manca il killer. Proprio non c'è».

Il Gesù di Arcore [no comment, ndr]

È sera, Berlusconi è rilassato e ha voglia di raccontare. Prima la buona notizia: «Oggi è un grande giorno. Mamma mi ha fatto prendere un grosso spavento. Sapete, a 95 anni ogni tanto la salute fa brutti scherzi ma ora è tutto a posto, da qualche ora è di nuovo a casa e va molto meglio». Poi l'aggiornamento sullo stato del suo menisco: «Fastidioso ma come dire, non è il caso di metterla giù dura». Quindi l'annuncio: «Ho finito di scrivere il libro con le mie memorie. Una faticaccia durata tutta l'estate, altro che le balle sulle mie notti in discoteca. Ho consegnato le bozze in Mondadori. Titolo provvisorio: "Il calvario della libertà". E occhio al singolare, perché la libertà è una sola [un bidone, un raggiro, una truffa, ndr]: o c'è sempre e su tutto o non è».

Già, il calvario del Gesù di Arcore [«Avete visto che un sondaggio del Corriere dice che sono al primo posto tra gli eroi in vita e al secondo in assoluto dietro solo a Papa Wojtyla? »] ma aspettando la resurrezione è la storia del killer che diventa il tema della serata. «Ho studiato e ristudiato la pratica e sono giunto alla conclusione che per ora dobbiamo metterci il cuore in pace. È vero che tutta la sinistra vorrebbe disfarsi di questo signore che si sta occupando solo della sua rete di potere personale, ma per farlo occorre trovare qualcuno disposto a sferrare il colpo mortale. E su questo non c'è il minimo accordo».

Un nome a caso: D'Alema? «No, non si fida, ha contro Fassino e Veltroni». Rutelli? «Impossibile, i ds si alleerebbero e farebbero fuori anche lui». I comunisti? «E quando mai, non tornerebbero mai più al governo. E poi...». E poi? «Son troppo sotto nei sondaggi per rischiare nuove elezioni». Già, sotto, ma di quanto? «Il dato più attendibile è questo: Casa delle libertà 56 per cento, centrosinistra 44».




permalink | inviato da il 21/11/2006 alle 9:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


20 novembre 2006

Il demone della bellezza

Disturbi alimentari. "Con sole due ore al giorno di televisione passano davanti ai loro occhi più di 5 mila spot di prodotti alimentari, e bisogna ricordare che, come si legge dai dati dell'indagine, il 90,8% dei giovani desidera ciò che vede in pubblicità. Se aggiungiamo che oltre il 70% dichiara di 'mangiucchiare' davanti alla tv, e che i programmi presentano sempre più un modello di bellezza ispirato all'essere magri, non è difficile vedere in questo una causa dei disturbi della condotta alimentare".

Rischio anoressia. Sempre dall'indagine si legge che il 60% delle ragazze "vorrebbe essere più magra"; circa una giovane su quattro ha provato una dieta, mentre un altro 15% circa vorrebbe iniziarne una. Solo il 32% di chi l'ha già fatta si è rivolto al medico, mentre la restante percentuale si fa consigliare da amici, dai siti internet o si auto-prescrive la dieta.



[click]




permalink | inviato da il 20/11/2006 alle 17:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


19 novembre 2006

Avanti un'altra!

[click]

Anorexia

Anche Carla Sobrado Casallecome Ana Carolina Reston, aveva 21 anni, non era modella ma sognava una carriera nell'ambiente, magari come stilista. Era alta 1,74 e pesava 45 chili.



skip intro




permalink | inviato da il 19/11/2006 alle 17:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
sfoglia     ottobre   <<  1 | 2 | 3 | 4 | 5  >>   dicembre
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
La domanda seconda
L'Uomo in bianco e nero
Salviamo la Costituzione
Finis Terrae
Via
Dialoghi
Politica
13 maggio
Ferrara watch
Il Sindaco del borgo di Hamelin
Il male oscuro
punto.doc
apatatalessa
Apologhi
Posta piccola
La notte della Repubblica
Fine Arts Blog Museums
Vita activa
Un viaggio elettorale
moleskine
Strange days
Fileîs-me? [Gv 21,17]
Maryâm
GU Adinolfi '07
Lectures
Facebook
Il biscotto
Obamerica
Appunti sparsi
Twitter

VAI A VEDERE

Gnu
Blogroll
Wikipedia
Liber liber
Ora esatta
Nessuno Tv
Luogo comune
Connected intelligence
Il blog di Beppe Grillo
Creative commons
Internet filmtrick
Jacques Derrida
Donnie Darko
Submission
Discinto
Cinemage
Sentieri selvaggi
The Cremaster Cycle
Redattore sociale
Indymedia
Rainews24
Mondi vicini
Wittgenstein
Luca De Biase
Rassegna stampa
Il barbiere della sera
Ambigram Gallery
Per l'Infanzia. Vietato Chiudere Gli Occhi
Cattedra dei non credenti
Yadvashem memorial
Il Pifferaio di Hamelin
Linguaggi ipermediali
Arsenale della Pace
Don Tonino Bello
Bambini soldato
Teladipenelope
Club di Roma
Marco Guzzi
Aldo Moro
Teresina
Ecoblog
Anila
Babel
TV
PPP
Brio
Worth
Twitch
Fallujah
Can Xue
Cina oggi
Mauro Biani
Diario acido
Diário gráfico
Questo amore
Astor Piazzolla
Canzoni & poesie
Ebraismo minimo
Francesco Giavazzi
Par-condicio monitor
EC Editorial Cartoons
Economia di Comunione
Music Genome Project
Economics E-journal
I numeri di BIP®™
E quelli di LUI®™
In Video Veritas
Elezioninews.it
BIP®™ pride
Dummies
Nuovoeutile
Googlenterprise
Crowdsourcing
Caffe' Europa
Peacereporter
Spaceandculture
Formazione politica
Monastero di Bose
NIM magazine
PD University
Webroadcast
Time Zone Converter
In-nova 24


Il profilo di Giuseppe Nenna
Profilo Facebook di Giuseppe Nenna
  

In fondo è semplice decifrare BIP®™:
basta capovolgere il senso delle parole
comunicate in pubblico,
per comprendere i suoi obiettivi privati


War is peace
La guerra è pace

Freedom is slavery
La libertà è schiavitù

Ignorance is strenght
L'ignoranza è forza



Use OpenOffice.org




La société du spectacle par Guy E. Debord


Secondo la definizione di Leonardo Boff, in Ethos mondiale

EGA 2000 ISBN 88-7670-394-2, €11,36:

Per ethos intendiamo l’insieme delle aspirazioni, dei valori e dei principi, che orienteranno le relazioni umane nei confronti della natura, della società, delle alterità, di se stessi e del senso trascendente dell’esistenza, Dio.



Si vis pacem para pacem

 

Questo blog è gemellato con Devarim [in ebraico Devarim sono le parole, o le cose].
La lettera ebraica che abbiamo insieme scelto per illustrare questo spazio in comune è bet
,la stessa che dà inizio al libro di Bereshit,in principio, il primo dei cinque che compongono la Torah [corrispondente al nostro libro della Genesi].



Ascolta radiofulmini

E fa zapping con Tv [spenta] med vridbar skärm, Luma, 1959 digitaladoptive


I blogleanno:

15 marzo 2005 | 15 marzo 2006


Il BIP®™ countdown è scaduto

Al 10 aprile 2006, ore 15:00, mancavano:
giorni
ore
minuti
secondi

Countdown memories   

- 14 y Del fisco me ne infischio [i numeri veri]

- 13 y Rottamazione [in]costituzionale [christians]

- 12 y Verso il Partito Democratico [di m. cacciari]

-  11 y La sconfitta [nella palude mediorientale]

- 10 y Impoverimento [la tassa occulta]

- 9 y Quote rosa [non è un pesce d’aprile]

- 8 y Mai, mai, mai! [Totus tuus ego sum Maria]

- 7 y Punta Perotti [lo spartiacque]

6 y sso ccontento…! [il ri-epilogo]

- 5 y Favole greche e leggende metropolitane [ici]

4 y Anche i ricchi piangono [o dei rovesci]

3 y Un giudice  [Fabrizio De Andrè, amico fragile]

- 2 y Per interesse  [contro il declino]

-  1 y La nomination [BIP® brother] 

0 y  L'identità mediale degli italiani [BIP® exit]


Questo blog aderiva alla campagna
"Salviamo la Costituzione. Aggiornarla non demolirla".

Contro la sottrazione di democrazia tentata dal governo dei pre-potenti.



Infopoint

La posta in gioco

Si sceglieva tra 2 modelli*:

il sistema che accoglie l'individuo,
non privo di limiti;

l'individualismo che rigetta la relazione
tra gli individui, la nega ideologicamente,
privilegiando la soluzione asociale.

Io scelgo e voto per una società che
sa trarre forza dagli individui
per costruire il sistema e lo scudo,
anche per i più deboli
, gli ultimi,
i meno muniti e più sprovveduti,
che non possono rimanere ostaggi,
in balia dei rapporti di forza
economici o politici;
e non delega la salvezza all'uomo, della provvidenza



banditore [ in un film già visto ].

*ma l'Unione non lo aveva capito.






[ charis community ]

FENICOTTERO SNODATO Un'esemplare di fenicottero rosa si accarezza compiaciuto il collo allo zoo di Francoforte in Germania (Frank May /Epa)

CERCA