.
Annunci online

Ethos
l' Uomo in bianco e nero


Diario


30 settembre 2009

Fama ineguagliabile



«Berlusconi sembra uno di quelli che ti dicono fammi andare a letto con tua moglie. E tu: No! Vai via. Allora si allontana e senti dal tavolo dietro fammi andare a letto con tua moglie. E di nuovo No! Vai via!. E così di tavolo in tavolo...».

Questo uno dei fulminanti sketch dedicati a papi dalla trasmissione satirica Mock the Week della BBC che sta circolando da qualche giorno su Internet, dopo la sua pubblicazione - sottotitolato in italiano - su YouTube. Nello show non c’è traccia di umorismo anglosassone: «I cittadini de L’Aquila, durante la visita di Berlusconi, hanno pensato che ci fosse stata un'altra scosa, ma era solo la testata del suo letto che urtava violentemente contro il muro».
Il set è quello di una tavola rotonda tra comici dove ognuno spara la sua battute.

Ma la realtà supera sempre la fantasia, in tv è perfino perfino la regola: ed è così che il paese da sogno, aperto ed accogliente per tutti gli immigrati della sponda africana, favoleggiato al canale tunisino
Ness Nessma, se possibile, fa impallidire ogni precedente, forse successiva esternazione di Berlusconi, il cavaliere del cialis e senza vergogna: un nuovo miracolo italiano!



Link map: papi-girls|privè|linea della fermezza


26 settembre 2009

Un cavallo! Un cavallo! Il mio regno per un cavallo!

[ click | ”Vittorio Mangano fu assunto nella tenuta di Arcore di Silvio Berlusconi per coltivare interessi diversi da quelli per i quali fu ufficialmente chiamato da Palermo fino in Brianza. Così il Procuratore generale Antonino Gatto entra subito nel vivo della requisitoria del processo di secondo grado in cui il senatore Marcello dell'Utri - Pdl - è imputato di concorso esterno in associazione mafiosa. Il parlamentare è stato condannato in primo grado a nove anni di carcere ]

Marcello Dell'Utri, giovedì scorso all'apertuta del ciclo di conferenze 2009-2010 organizzato da Casapound - il centro sociale neofascista all'Esquilino, a Roma - legge i diari attribuiti a Benito Mussolini. Quei documenti, giudicati falsi da molti storici, sarebbero stati scritti dal duce dal 1935 al '39.

Con Vittorio Mangano - nato a Palermo il 18 agosto 1940 e morto a Palermo il 23 luglio del 2000 - Marcello Dell'Utri è stato trascinato nell'arena siciliana, è stato processato, è stato condannato. Tutto per un cavallo. Un cavallo che - per i poliziotti - non era un vero cavallo: era una partita di droga. Il racconto è di Francesco Di Carlo, un boss della droga: «In un ufficio non molto distante dal centro di Milano ci accolse Dell'Utri. Dopo quindici minuti venne Silvio Berlusconi. A quella riunione eravamo presenti: io, Tanino Cinà [conosciuto da quando Dell'Utri era presidente della squadra di calcio della Bacigalupo, ndr], Mimmo Teresi, Stefano Bontate, Marcello Dell'Utri e Silvio Berlusconi». Il boss ricorda anche come finì la riunione: «Berlusconi disse che era a nostra disposizione per qualsiasi cosa, e allora anche Bontate gli rispose nello stesso modo».

Se i padrini salgono a Milano, Marcello Dell'Utri torna a Palermo. È nel suo ambiente,
conosce. Frequenta Pino Albanese della famiglia di Malaspina. E poi Giovanni Citarda detto Gioia mia. Tutti e due sono legatissimi a Stefano Bontate, il capo dei capi che ha voluto Vittorio Mangano ad Arcore. Spiegherà qualche anno dopo il pentito Salvatore Cancemi: «Il rapporto fra Mangano e Dell'Utri era strettissimo. Mangano in pratica usava Dell'Utri e gli poteva chiedere qualsiasi cosa: per esempio Mangano mi disse che nella tenuta nella disponibilità di Dell'Utri furono nascosti anche latitanti… i fratelli Grado».

Quando lo
stalliere è morto, il senatore l'ha pianto: «E' morto per causa mia. Era ammalato di cancro, è stato ripetutamente invitato a fare dichiarazioni contro di me e Berlusconi. Se lo avesse fatto, l'avrebbero scarcerato con lauti premi e si sarebbe salvato. È un eroe, a modo suo». Sulla sua lapide, i figli dello stalliere hanno fatto scrivere: Hai dato un valore alla storia degli uomini non barattando la dignità per la libertà

Link map: dell'utreide|fattore mangano|nuove cronache
|paolo borsellino|associazione mafiosa|peppino impastato|riccardo III|oltre 700 nomi di vittime di mafia


23 settembre 2009

Vite meravigliose



Il 23 settembre spiravano un ottantunenne ed un ventiseienne, di morte naturale il primo - 1968 -, di morte violenta il secondo - 1985 -. Francesco e Giancarlo hanno vissuto epoche diverse, in contesti opposti, con vocazioni irriducibili ed una passione profonda per la vita buona. Quando padre Pio moriva nella carne, il piccolo Siani aveva appena compiuto 9 anni. Non erano spettatori di film interpretati da altri e non erano uomini avventati.

La loro giustapposizione sotto l’unica lente del memoriale ci da la misura di cosa sia una
vita meravigliosa, increspata di errori nel binario della vera grandezza. Come conviene ad uomini e donne che non hanno nel proprio orizzonte l’unica missione di salvare sé stessi. Perdendosi: «perché chi vorrà salvare la propria vita, la perderà; ma chi perderà la propria vita per causa mia e del vangelo, la salverà» [Mc 8: 35 | Lc 9: 24 | Mt 10: 39 | Gv 12: 25].


Link map: kill your idols|giancarlo|francesco|obamerican onu|reuters


15 settembre 2009

Dal paese delle meraviglie

[ click | ”Mi citi una trasmissione Rai a favore del governo della mia maggioranza, da Report a Ballarò, Annozero, i programmi comici di Rai3 in seconda serata, sono tutte trasmissioni contro la mia parte politica e molto spesso contro di me, ha detto il premier al palafreniere di porta a porta, Bruno Vespa, il giorno dell’editto di Onna e della cancellazione di tutta la controprogrammazione raiset : o mangi questa minestra o ti butti dalla finestra, digitale ]

Videoreportage nelle casette in legno di Onna

La casa di Biancaneve per tuta la vita - fornita dal presidente della Provincia di Trento, Lorenzo Dellai, con tecnologia grossier assimilabile all'esperienza di casaclima -. Ad Onna. E, porta a porta, una casa di fiaba per tutti gli italiani, anche i cattivi nemici della verità, della pravda.

Vespa e il direttore generale della Rai Mauro Masi hanno fatto fare un passo indietro all'informazione tv, l'hanno riportata ai tempi del pensiero e del canale unico. La tv dell'obbligo. Dopo quello scolastico, è stato ripristinato l'obbligo televisivo. Non è tv di regime (c'era anche Piero Sansonetti), ma un brutto modo di fare tv. Il fatto è che i tempi mediatici sono cambiati e sull'episodio è sceso anche un velo comico.

nani non erano sullo sfondo. Non si scorge alcuna Aquila.


Link map: castità verbale|onna|dellai|snow white|pravda|raiset|odio senza classe 


10 settembre 2009

Diritti, senza rovesci


«Ours is not the first generation to understand the dire need for health reform. And I am not the first president to take up this cause, but I am determined to be the last».

«
La nostra non è la prima generazione a comprendere la necessità della riforma sanitaria. E io non sono il primo presidente ad assumere questo impegno, e tuttavia sono determinato ad essere l'ultimo».

President Barack Obama


Link map: plan|target|speech

P.s.: si suggerisce di seguire il discorso leggendo il testo integrale linkato


8 settembre 2009

Bongiorno, Mike

Certo qualcosa di latamente autobiografico c’è, se il personaggio in questione nasceva il tuo stesso giorno. Come se quella scansione temporale ti rendesse più vicino. E Mike, anche di più l’ultimo - quello che si divertiva a fare la spalla di Fiorello essendo un gigante dell’immaginario televisivo nostrano -, ormai leggero degli anni che lo incalzavano, suggeriva l’empatia propria di un familiare ricordo sullo sfondo d’una vita.


È morto Mike Bongiorno. Il presentatore, nato a New York il 26 maggio 1924, è stato colto da infarto intorno a mezzogiorno mentre si trovava a Montecarlo. Nulla faceva presagire la morte del popolare conduttore televisvo che, proprio ieri mattina, era partito da Milano per trascorrere un breve periodo di vacanza, prima di tuffarsi nella nuova avventura televisiva: un quiz su Sky - Riskytutto - che avrebbe parodiato la fortunata serie del Rischiatutto.

Il re del tele-quiz, il conduttore che ha tenuto a battesimo la tv italiana, prima quella pubblica poi quella commerciale, è stato premiato oltre venti volte con il Telegatto, ha presentato undici festival di Sanremo, a partire dal '63 e fino al '97 quando formò la strana coppia con Piero Chiambretti. E, nonostante la lunga carriera Fininvest, è sempre rimasto inevitabilmente legato alla Rai, ove è stato protagonista incontrastato del giovedì sera per 25 anni.




Link map
: 26 maggio|portrait


5 settembre 2009

In Strada

[ click | Teresa Sarti, 28 marzo 1946 | 1’ settembre 2009 ]
 
Teresa Sarti ospite di Fabio Fazio a Chetempochefa Annalena Tonelli - missionaria cattolica - fu insignita dall'ONU del prestigioso premio Nansen, a Ginevra, il 25 giugno 2003, circa 4 mesi prima della morte, uccisa a Borama, in Somalia, in un ospedale da lei stessa fondato

Se Teresa Sarti, moglie di Gino Strada e presidente di Emergency, fosse morta in odore di conformismo, laico o confessionale poco importa, i suoi funerali sarebbero stati oggetto di un’attenzione pubblica poco più sobria di quella soffusa nella cerimonia dell’ultimo accompagnamento a Jacko. Ma nell’italietta di questi tempi non c’è spazio per il ricordo generalista, mediatico, di unAnnalena Tonelli priva di imprimatur. E forse questo silenzio - di chi sputa parole e sentenze senza misura e senza vergogna - è il miglior tributo possibile ad una donna che ha dedicato la propria vita per portare eccellente assistenza personale, chirurgica e sanitaria sui luoghi devastati dalla guerra. Un’uscita d’emergenza dall’insaziabile follia degli uomini e dal manicheismo a contratto delle falangi armate, ovunque dislocate. Il grande gioco interposto da sporadiche oasi di umanità che rifiutano di catalogare gli avamposti locali in black o free list: buoni e cattivi a singhiozzo, in relazione agli interessi geostrategici prevalenti nell’intellighenzia del vecchio blocco militare-industriale. Orientati dai Death Cheney di turno, con generalità e nomi non necessariamente anglofoni.
 
Addio Teresa. Ciao, monella vagabonda

Link mapomega|omaggi|annalena|brand philosophy|death


3 settembre 2009

Mistero Boffo

Praevalebunt Se tu non riesci a definire te stesso in positivo, saranno i tuoi nemici a definirti in negativo [Dick Morris].

Link mapdimissioni|non praevalebunt|dick|dismissioni 


2 settembre 2009

The Usual Suspects

Io non ho ancora letto le parole di Berlusconi - dichiara Giuseppe Tornatore - ma ridurre Baarìa a questo episodio è sbagliato, è una bugia.

[
 Twitter è una forma di microblogging, per un testo massimo pari a 140 caratteri ]

sfoglia     agosto        ottobre
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
La domanda seconda
L'Uomo in bianco e nero
Salviamo la Costituzione
Finis Terrae
Via
Dialoghi
Politica
13 maggio
Ferrara watch
Il Sindaco del borgo di Hamelin
Il male oscuro
punto.doc
apatatalessa
Apologhi
Posta piccola
La notte della Repubblica
Fine Arts Blog Museums
Vita activa
Un viaggio elettorale
moleskine
Strange days
Fileîs-me? [Gv 21,17]
Maryâm
GU Adinolfi '07
Lectures
Facebook
Il biscotto
Obamerica
Appunti sparsi
Twitter

VAI A VEDERE

Gnu
Blogroll
Wikipedia
Liber liber
Ora esatta
Nessuno Tv
Luogo comune
Connected intelligence
Il blog di Beppe Grillo
Creative commons
Internet filmtrick
Jacques Derrida
Donnie Darko
Submission
Discinto
Cinemage
Sentieri selvaggi
The Cremaster Cycle
Redattore sociale
Indymedia
Rainews24
Mondi vicini
Wittgenstein
Luca De Biase
Rassegna stampa
Il barbiere della sera
Ambigram Gallery
Per l'Infanzia. Vietato Chiudere Gli Occhi
Cattedra dei non credenti
Yadvashem memorial
Il Pifferaio di Hamelin
Linguaggi ipermediali
Arsenale della Pace
Don Tonino Bello
Bambini soldato
Teladipenelope
Club di Roma
Marco Guzzi
Aldo Moro
Teresina
Ecoblog
Anila
Babel
TV
PPP
Brio
Worth
Twitch
Fallujah
Can Xue
Cina oggi
Mauro Biani
Diario acido
Diário gráfico
Questo amore
Astor Piazzolla
Canzoni & poesie
Ebraismo minimo
Francesco Giavazzi
Par-condicio monitor
EC Editorial Cartoons
Economia di Comunione
Music Genome Project
Economics E-journal
I numeri di BIP®™
E quelli di LUI®™
In Video Veritas
Elezioninews.it
BIP®™ pride
Dummies
Nuovoeutile
Googlenterprise
Crowdsourcing
Caffe' Europa
Peacereporter
Spaceandculture
Formazione politica
Monastero di Bose
NIM magazine
PD University
Webroadcast
Time Zone Converter
In-nova 24


Il profilo di Giuseppe Nenna
Profilo Facebook di Giuseppe Nenna
  

In fondo è semplice decifrare BIP®™:
basta capovolgere il senso delle parole
comunicate in pubblico,
per comprendere i suoi obiettivi privati


War is peace
La guerra è pace

Freedom is slavery
La libertà è schiavitù

Ignorance is strenght
L'ignoranza è forza



Use OpenOffice.org




La société du spectacle par Guy E. Debord


Secondo la definizione di Leonardo Boff, in Ethos mondiale

EGA 2000 ISBN 88-7670-394-2, €11,36:

Per ethos intendiamo l’insieme delle aspirazioni, dei valori e dei principi, che orienteranno le relazioni umane nei confronti della natura, della società, delle alterità, di se stessi e del senso trascendente dell’esistenza, Dio.



Si vis pacem para pacem

 

Questo blog è gemellato con Devarim [in ebraico Devarim sono le parole, o le cose].
La lettera ebraica che abbiamo insieme scelto per illustrare questo spazio in comune è bet
,la stessa che dà inizio al libro di Bereshit,in principio, il primo dei cinque che compongono la Torah [corrispondente al nostro libro della Genesi].



Ascolta radiofulmini

E fa zapping con Tv [spenta] med vridbar skärm, Luma, 1959 digitaladoptive


I blogleanno:

15 marzo 2005 | 15 marzo 2006


Il BIP®™ countdown è scaduto

Al 10 aprile 2006, ore 15:00, mancavano:
giorni
ore
minuti
secondi

Countdown memories   

- 14 y Del fisco me ne infischio [i numeri veri]

- 13 y Rottamazione [in]costituzionale [christians]

- 12 y Verso il Partito Democratico [di m. cacciari]

-  11 y La sconfitta [nella palude mediorientale]

- 10 y Impoverimento [la tassa occulta]

- 9 y Quote rosa [non è un pesce d’aprile]

- 8 y Mai, mai, mai! [Totus tuus ego sum Maria]

- 7 y Punta Perotti [lo spartiacque]

6 y sso ccontento…! [il ri-epilogo]

- 5 y Favole greche e leggende metropolitane [ici]

4 y Anche i ricchi piangono [o dei rovesci]

3 y Un giudice  [Fabrizio De Andrè, amico fragile]

- 2 y Per interesse  [contro il declino]

-  1 y La nomination [BIP® brother] 

0 y  L'identità mediale degli italiani [BIP® exit]


Questo blog aderiva alla campagna
"Salviamo la Costituzione. Aggiornarla non demolirla".

Contro la sottrazione di democrazia tentata dal governo dei pre-potenti.



Infopoint

La posta in gioco

Si sceglieva tra 2 modelli*:

il sistema che accoglie l'individuo,
non privo di limiti;

l'individualismo che rigetta la relazione
tra gli individui, la nega ideologicamente,
privilegiando la soluzione asociale.

Io scelgo e voto per una società che
sa trarre forza dagli individui
per costruire il sistema e lo scudo,
anche per i più deboli
, gli ultimi,
i meno muniti e più sprovveduti,
che non possono rimanere ostaggi,
in balia dei rapporti di forza
economici o politici;
e non delega la salvezza all'uomo, della provvidenza



banditore [ in un film già visto ].

*ma l'Unione non lo aveva capito.






[ charis community ]

FENICOTTERO SNODATO Un'esemplare di fenicottero rosa si accarezza compiaciuto il collo allo zoo di Francoforte in Germania (Frank May /Epa)

CERCA