Blog: http://Ethos.ilcannocchiale.it

Bertoldo, Bertoldino e Cacasenno

«È una situazione molto preoccupante perché il governo vive una diffusa e profonda crisi di legittimità», ha detto Berlusconi, che in conferenza stampa era affiancato da Gianfranco Fini, Umberto Bossi e Gianfranco Rotondi.

«Al presidente Napolitano abbiamo rappresentato questa crisi - ha aggiunto Berlusconi - la situazione di un governo che è in mora sull’attuazione del programma, che ha rinunciato in una parte del Paese a usare la forza e che non mette in condizione l’opposizione di fare il suo lavoro perché ha impiegato 18 voti di fiducia».

E Berlusconi ha portato a testimone della crisi anche i sondaggi «arrivati questa mattina che danno il Governo ad un record di sfiducia del 24,1% e 76 persone su 100 che non hanno più fiducia nell’esecutivo». Il presidente del Consiglio «è passato al 26% dei consensi mentre il leader dell’opposizione è al 60%».

Secondo l’ex premier, Napolitano è apparso preoccupato «sulla mancata capacità del Parlamento di produrre leggi». Nel colloquio, ha rivelato Berlusconi, «abbiamo riscontrato grande attenzione e sensibilità da parte del capo dello Stato».

Ma chi è Bertoldo*? E chi Bertoldino?

[
*il contadino scarpe grosse e cervello fino]

Pubblicato il 21/6/2007 alle 11.17 nella rubrica Il male oscuro.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web