Blog: http://Ethos.ilcannocchiale.it

Questioni di mobilità|identità sociale

Sempre più convinto che la questione centrale in Italia sia tutta iscritta in due parole minute:

mobilità sociale.


Link al blog di Hagar

La fluidità sociale di cui questo blog continua a rivendicare l’urgenza, dentro un quadro inclusivo, di armonizzazione e valorizzazione dei talenti non riduttivamente “meritecnocratici” [non credo alle società degli illuminati, pur credendo al ruolo insostituibile delle elite] è confermata dalla vicenda di Hagar, o di Nefeli, o di Tiziana.

Quando l’Italia si accorgerà che il mito di
Edipo è una metafora inemendabile della rigenerazione dei corpi sociali intermedi, avrà elaborato tutti i danni di un sistema che penalizza programmaticamente gli outsider in favore dei garantiti, o degli asserragliati nei privilegi insostenibili della geronzocrazia.

Ma avrà anche stretto una corda soffocante all’idea di futuro, alle basi della democrazia del XXI secolo, quella del
social networking e delle sharing resources, dei talenti condivisi e messi creativamente in campo dagli underdog, insieme [non in opposizione] a ciascuna delle componenti vitali di ogni corpo sociale: che non cannibalizza la speranza a danno di un altro, di un’altra, perfino o foss’anche il proprio figlio od il proprio nipote. Non aggredendo cioè il diritto insopprimibile alla dignità iscritta nella rispettiva

identità sociale
.

Pubblicato il 10/7/2007 alle 23.37 nella rubrica Dialoghi.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web