Blog: http://Ethos.ilcannocchiale.it

Mal pensa


Honi soit qui mal y pense *



[ click ]


Chi ricorda più i nomi dei presidenti e degli amministratori delegati che si sono succeduti negli ultimi anni in Alitalia?

Anche se qualcuno di loro è francamente indimenticabile, come Giuseppe Bonomi, ex deputato leghista sponsorizzato dall'ex ministro Bobo Maroni [nel tentativo di neutralizzare Fiumicino a vantaggio dell’abortito hub continentale di Malpensa, altra scelta folle di diarchia provinciale a carico della spesa pubblica, di cui però stavolta la Lega Nord Padania non rivendica il danno fiscale a carico dei ceti medi oppressi dallo Stato sprecone e malfidatonda].

Questo Bonomi, nella sua breve permanenza nel palazzo della Magliana, uno degli emblemi di "Roma ladrona", si segnalò per la sponsorizzazione del mondiale di equitazione indoor salto a ostacoli ad Assago, Milano, con la sua personale partecipazione in sella a un baio, e per la sponsorizzazione dei festeggiamenti di Silvio Berlusconi, nominato "statista dell'anno" dall'Anti Defamation Legue Usa. Accanto a lui, nel tavolo di gala newyorchese pagato fior di dollari, sedevano il presidente dell'Enac Vito Riggio e quello dell'Enav Bruno Nieddu. Fu un bel vedere, il tripudio del clientelismo e delle corporazioni. Da una parte Gianfranco Fini e An, il partito dei piloti, di Fiumicino e degli aiuti di Stato, dall'altra il filone leghista di Bobo Maroni e di Malpensa, Padania. A latere gli enti "controllori" e i loro boss.

ora quel simpaticone del leghista Roberto Calderoli ha il coraggio di dire che non si può resuscitare un morto [dopo aver già resuscitato la decotta e nordista compagnia low cost alla polenta Volare Web, anche qui senza fiatare sul trasferimento allo Stato, e quindi a carico dei contribuenti tartassatidell'inettitudine gestionale del management locale, nda].

* [ sia vituperato chi ne pensa male ]

Formigoni: 
[ ghe pensi mi ]
se Alitalia finirà ad Air France ci difenderemo

Un nuovo no alla vendita di Alitalia. E una promessa-minaccia: in caso andasse in porto la trattativa con Air France, «farò nascere una compagnia del Nord». Parola del presidente della Regione, Roberto Formigoni. La nuova compagnia non è utopia: «Il vicepresidente di Confindustria assicura che ci sono imprenditori interessati a questo obiettivo».

Pubblicato il 28/12/2007 alle 23.48 nella rubrica Un viaggio elettorale.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web