Blog: http://Ethos.ilcannocchiale.it

La lista della spesa

[ click ]



Per anni, invece di fare si è disfatto; ma nel 2006 e 2007 si è fatto. Tra il 2000 ed il 2005 la spesa corrente primaria (cioè al netto degli interessi sul debito e degli investimenti pubblici) è passata dal 37,3 per cento del Prodotto interno lordo (Pil) al 40 per cento. Un massimo che non avevamo mai raggiunto, neppure quando l’Italia toccò il fondo all’inizio degli anni ’90.

Nel biennio 2006-2007, l’inversione di tendenza. Nel 2006 la spesa corrente primaria smette di salire rispetto al Pil per la prima volta dopo cinque anni; e per il 2007 i dati finora noti (i primi dieci mesi) segnalano una riduzione non solo rispetto al prodotto ma perfino in termini assoluti. Ciò è certo dipeso anche dalla ripresa economica. Ma le più recenti informazioni diffuse dall’Istat segnalano che la spesa corrente primaria nei primi tre trimestri del 2007 ha addirittura dimezzato la sua velocità rispetto all’analogo periodo del 2006. Nel complesso, si può stimare che la crescita annua della spesa corrente primaria nel biennio 2006-2007 sia stata intorno al 3,5 per cento, mentre nel 2001-2005 era stata superiore al 5.

L’anno passato ci sono stati interventi di aumento della spesa per finalità sociali e di investimento pubblico in giugno e in settembre (aumento pensioni basse, bonus per incapienti, investimenti in infrastrutture, ecc.); ciò nonostante la spesa corrente primaria dovrebbe risultare sostanzialmente in linea con quella prevista nel marzo 2007. Come a dire che le nuove spese sono state compensate da altre minori spese. La stessa riduzione del deficit al di sotto di quanto fissato a fine settembre nasce in gran parte dal rallentamento della spesa, non solo da maggiori entrate.

Il progetto di Air France-Klm, dice ancora Padoa-Schioppa, ''evidenzia significative sinergie e rilevanti economie di scala, attraverso l'ingresso nel sistema multi-hub della principale compagnia del mondo''. Il ministro ricorda che le due compagnie gia' collaborano all'interno del'alleanza Skyteam, e che anche le condizioni finanziarie dell'offerta ''rispetto alla proposta di Air One sono migliori per gli azionisti e per gli obbligazionisti''.

Link map: tps al messaggero|finanza pubblica 2006|malpensa|alitaliairfrance

Pubblicato il 15/1/2008 alle 22.2 nella rubrica Politica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web