Blog: http://Ethos.ilcannocchiale.it

Probabilmente oggi e' la fine della fine della prima Repubblica

Sembra che io sia il male del paese, pazienza. Se eliminato il male, eliminato Mastella attraverso artifizi politico-giudiziari si risolvono i problemi dell'Italia sono contento. Lo dice il leader dell'Uduer, Clemente Mastella, intervistato da Maurizio Belpietro per Panorama del giorno su Canale5.

Si aspettava di essere isolato da tutti? Chiede Belpietro e Mastella risponde:
la verita' il modo in cui i partiti stanno promuovendo azioni da una parte e dall'altra e' un modo che non immaginavo. Il capogruppo all Camera Mauro Fabris lascia l'Udeur? A questo punto non lo so. Vedo che anche il senatore Barbato per il Cavalier Berlusconi aveva detto che mai sarebbe stato candidato pare che utilizzi -dice l'ex Guardasigilli- il taxi dell'Mpa. Siamo ad un livello morale incredibile. Non e' questo il problema pero'. Voglio ricordare che la caduta del governo era nei fatti. In quella circostanza anche se io avessi votato a favore c'erano altri cinque senatori che votavano contro, quindi la maggioranza non c'era piu'. Era finita un'esperienza di governo, era finito un ciclo.

Alla domanda se anche gli ex Dc hanno chiuso a la porta in faccia, Clemente Mastella rispondechiuso la porta in faccia? Per quanto mi riguarda nessuno mi ha chiuso la porta in faccia. Uno discute e verifica che esistono le condizioni o no. Attraverso i giornali, i media passa la definizione di Mastella come il male del paese, un tipo di politica asservita la potere. Dopodiche' si scopre che pur avendo fatto parte di questo non ho avuto una nomina da questo governo una che fosse una, e sfido chiunque a dire il contrario: e' ovvio che io appartengo ad un tipo di politica che e' non soltanto la mia. Esce di scena Amato, De Mita per certi aspetti. Probabilmente oggi e' la fine della fine della prima Repubblica. Nessun problema.

[ click ]

 21 gennaio 2008: Quello di Clemente Mastella è l’ultimo bluff di una carriera politica giunta al capolinea. Lo scenario è quello del tanto peggio tanto meglio. Muoia Sansone con tutti i filistei. Ma Sansone muore. E Clemente non è Sansone.

Mastella è il sogno di qualsiasi autore satirico.
« Uno straordinario pezzo comico, quel suo Mi dimetto per amore. Ma anche Casini ultimamente ci dà tante soddisfazioni ».

Link maplibero|sputazziere barbato|harakiri|seppuku|così fan tutti|bucket list|guzzanti

Pubblicato il 3/3/2008 alle 18.18 nella rubrica Il male oscuro.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web