Blog: http://Ethos.ilcannocchiale.it

Ingrid Betancourt sarà presto in Italia per un'udienza dal Papa

Nel 1998 è eletta senatrice, e le sue battaglie contro politici corrotti e narcotrafficanti diventano sempre più incalzanti. Tanto da subire minacce e attentati. Decide allora di rendere pubblica la sua lotta in tutto il mondo. Nel 2001 pubblica il libro «Forse mi uccideranno domani», tradotto tra l'altro in francese, inglese, italiano e persino in giapponese, ed edito in Italia dalla Sonzogno.

Nel 2002, la svolta politica: Betancourt fonda il partito «Ossigeno Verde» e si candida alle presidenziali di maggio. La sua corsa si è fermata due mesi prima del voto, sulla strada per San Vincente. Ora che è di nuovo libera, quella corsa potrebbe forse, finalmente, riprendere.
 
Simbolo della lotta a corruzione e narcotraffico in Colombia, l'ex candidata dei Verdi alle presidenziali del 2002 fu fermata a un posto di blocco il 23 febbraio dello stesso anno, lungo la strada per San Vincente de Caguan, capoluogo della zona di distensione che per tre anni era stata affidata alla guerriglia e utilizzata per i negoziati tra le milizie delle Farc e il governo di Bogotà.

[ click ]

La spiritualità ha salvato Ingrid Betancourt durante la sua prigionia nella foresta colombiana. La stessa spiritualità ha fatto nascere in lei il desiderio di incontrare al più presto il Santo Padre.

Silvio Berlusconi non potrà riceverla.

Link map
: ingrid|udienza privata|lotta alla corruzione|rediviva
|
david mills files

Pubblicato il 4/7/2008 alle 23.32 nella rubrica Vita activa.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web