Blog: http://Ethos.ilcannocchiale.it

Grandparent Archie Wright

Fuorilegge del west: così risulta essere il nonno materno del candidato repubblicano John McCain nei primi anni del Novecento. Non un cow boy killer alla Billy the kid né un ladro di bestiame, ma il classico spacciatore di alcool, giocatore d’azzardo, sfruttatore degli indiani e speculatore del petrolio di mille film western.

Sul quotidiano di Muskogee city, il Times democrat, il nome di Archibald Wright ricorre molto spesso. Nel gennaio del 1908, il nonno di McCain viene multato di 100 dollari perché tenutario di un casinò illegale. Il novembre successivo sconta 30 giorni di prigione per lo stesso reato. A dicembre, lo sceriffo fa irruzione con i suoi uomini nel casinò e lo chiude: il Washington post non è riuscito a scoprire che pena fosse stata inflitta a Wright, ma riferisce che pagò 1.685 dollari di cauzione, l’equivalente di circa 37 mila dollari di oggi.

Un avventuriero senza scrupoli, più volte multato e una incarcerato per un mese, che in meno di dieci anni accumulò un’enorme fortuna
«di certo non vendendo i polli della cascina o le aspirine della sua farmacia» come scrisse il giornale locale. Ma che si rifece una verginità dopo essersi trasferito a Los Angeles, dove morì nel ’71, all’età di 96 anni, mentre McCain, suo genero, era in carcere ad Hanoi nel Vietnam del nord.
 
A naso, uno stretto consanguineo di Silvio Berlusconi.

[ click ]

L’italia oggi: forte in Europa rispettata nel mondo

Link map: archie|wright|ars saccandi|mc cain’s|una storia italiana|azzaretto|separazione delle carriere|citizen b.

Pubblicato il 23/7/2008 alle 21.47 nella rubrica Apologhi.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web