Blog: http://Ethos.ilcannocchiale.it

Bar Sport Berlusconi

Berlusconi Under Fire for Obama Joke

Italian Prime Minister Silvio Berlusconi did it again.

Meeting in Moscow on Thursday, Mr. Berlusconi told Russian President Dmitri Medvedev that President-elect Barack Obama
has all the qualities to get along well with you: he’s young, handsome and suntanned, so I think you can develop a good working relationship.

Italy’s leading daily, Corriere della Sera, ran a
video of the scene.

The leader of the center-left opposition, Walter Veltroni, said Mr. Berlusconi’s remarks
seriously damage the image and dignity of our country on the international scene, Corriere della Sera reported. Mr. Veltroni — who has been called the Obama of Italy, except that he lost the election –­ added that such cabaret one-liners showed a lack of respect unworthy of a statesman.

He called on Mr. Berlusconi to offer official apologies.

But Mr. Berlusconi said the remark had been all in fun:
Are there really people who don’t understand it was a cute thing to say? he said, according to Corriere. Adding: God save us from imbeciles. How can you take such a great compliment negatively? 

Con l’uomo nero alla casa bianca, subito gli straordinari per Frattini.

[ click ]La gaffe internazionale del Cav. interrompe un lungo periodo di autocontrollo, che sbotta in modo greve con un “giovane bello e abbronzato” rivolto al neopresidente americano Barack Obama [sostiene il Foglio di Giuliano ferrara]


Assillato dal gusto della carineria e della battuta, il Cav. è incorso nell’errore blu che gli costerà un piccolo pasticcio protocollare e che sopra tutto restituisce parola e uditorio a tutti gli antipatizzanti propalatori della leggenda sulla sua inadeguatezza e ineducazione internazionale. Nella circostanza, conta fino a un certo punto il fatto che Veltroni si addolori rumorosamente per la ferita inflitta dal presidente del Consiglio alla credibilità italiana o per i rapporti incrinati con la presidenza americana [ma va là].

Ma due cose sono abbastanza chiare. La prima è che, se da domani in poi anche i colleghi del Cav. o perfino W. si metteranno a recitare il bagaglino in giro per l’occidente sarà tutta responsabilità di un solo uomo. La seconda è che questo solo uomo dovrebbe più spesso subordinare l’istinto guascone al proprio ruolo istituzionale, sedimentato sull’esperienza personale e sul consenso di chi lo ha votato perché faccia il premier e non il battutista. Quando insomma il Cav. la smetterà di credersi al di sopra della cretineria, sarà un vantaggio per lui e per tutti. A volte l’emozione è meglio interromperla.

Link map
: suntadded|nyt politics blog|bar sport gasparri|arriva l'uomo nero|malabattuta|a more perfect union

Pubblicato il 6/11/2008 alle 22.40 nella rubrica Ferrara watch.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web