Blog: http://Ethos.ilcannocchiale.it

Innocenza ed esperienza

[ click | Giovani, belle, sconosciute, disinibite, e con l'aria decisamente provocante. Sono le internaute che in maniera assolutamente spontanea hanno aggiunto un proprio autoscatto tra le immagini dei profili Facebook e Myspace della rivista Coed. Gli utenti della rete corrono ad iscriversi al gruppo della rivista, che sta registrando un boom di contatti. La presentazione che lo staff Coed fa di questa nuova galleria di foto osè inserita nelle sue pagine dei principali social network è intitolata Autoritratti sexy allo specchio ]

Turgori e candori

«Ho ricordato prima che fa parte della natura umana apprendere non solo dettagli ma anche pro­fonde filosofie inconsce, diventare ciò che fingia­mo di essere, assumere la forma e il carattere che la nostra cultura ci impone. I miti in cui la nostra vita è immersa acquistano credibilità via via che diventano parte di noi, indiscutibili, profondamente immersi nel carattere, spesso a livello non consapevole, sic­ché sono essenzialmente religiosi, sono oggetto di fede.

È verso questi miti, e verso le forme che potranno prendere in futuro, che sono responsabili tutti i nostri costruttori di miti, dai poeti agli scienziati, ai politici e agli insegnanti. I medici e gli avvocati e i media sono tutti responsabili dei miti dinamici, delle risposte che essi danno all'enigma della Sfinge
».

Gregory e Mary Catherine Bateson, Innocenza ed esperienza | Dove gli angeli esitano, Milano, 1989, Biblioteca Adelphi 216 

Link map: coed|mirror|l'innocenza|gregory bateson|il primo post|angeli

Pubblicato il 17/12/2008 alle 18.8 nella rubrica Strange days.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web