Blog: http://Ethos.ilcannocchiale.it

Nativo

[ Caravaggio, Natività | click ]

Icona della Natività

L’opera di Dylan Thomas è definita caotica e ineguale. A volte la sua poesia sbocca nelle forme della preghiera o dell’inno; si vedano i «Canti d’innocenza» o quelli del gruppo comprendente 12 frammenti di «Visione e preghiera», che inizia con i versi che seguono:

Chi

Sei tu

Che nasci

Nella stanza accanto

Alla mia con tanto clamore

Che io posso udire l’aprirsi

Del ventre e il buio trascorrere

Sopra lo spirito e il tonfo del figlio

Dietro il muro sottile come un osso di scricciolo?

Nella stanza sanguinante della nascita

Ignoto al bruciare e al girare del tempo

E all’impronta del cuore dell’uomo

Nessun battesimo si curva

Ma il buio solamente

A benedire

Il barbaro

Bimbo.

L’intero poemetto è diviso in due parti; i primi sei frammenti sono a forma di losanga, i secondi a calice.

Link map: caravaggio|dylan thomas|william blake

Pubblicato il 25/12/2008 alle 15.36 nella rubrica Apologhi.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web