Blog: http://Ethos.ilcannocchiale.it

I had a dream

[ click | Photo taken on 03 November 2007 of South African apartheid activist Helen Suzman posing during an interview with AFP in her home in Johannesburg. Suzman, who for years was the sole white lawmaker opposed to minority rule, died on January 1, 2009 at the age of 91 ]

Helen Suzman addresses a rally in the 1970s

Helen Suzman, attivista sudafricana anti-apartheid, è deceduta il 1’ gennaio a 91 anni.

Sua figlia Francesca Jowell ha riferito che è morta serenamente a casa, a Johannesburg. La famiglia propenderebbe per un funerale privato, nel fine settimana, seguito da un memoriale pubblico nel mese di febbraio. È  certo che Nelson Mandela, che è attualmente in Mozambico, vi parteciperà.

Helen Suzman ha avuto un posto speciale nella storia del Sudafrica, essendo generalmente riconosciuta come la più efficace parlamentare combattente contro l'apartheid [all'epoca i negri non erano rappresentati nell'assise razzista sudafricana, ndr]. Per 13 anni - dal 1961 al 1974 - è stata l'unica rappresentante in Parlamento del Partito Liberale Progressista, precursore del Partito Democratico.

Desmond Tutu stesso definì il Sudafrica "rainbow nation", nazione arcobaleno, lanciando il sogno di una terra molto più varia e ricca e colorata di un semplice ribaltamento di potere fra il bianco e il nero. Miriam Makeba era e rimane la voce di quel sogno. Se c'è un conforto nella sua tragedia si può dire che non è morta lontano. Ma è morta vicina, vicina alla sua gente, tra gli africani della diaspora arrivati qui a migliaia e che hanno reso propri questi luoghi, lavorandoci, vivendoci, dormendo insieme, sopravvivendo nelle case abbandonate nel Villaggio Coppola, costruendoci dentro una loro realtà che viene chiamata Soweto d'Italia

Link map: helen|afp|raimbow nation|nelson|i have a dream|makeba|watershed

Pubblicato il 3/1/2009 alle 22.28 nella rubrica Vita activa.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web